TINGERE CON LA NATURA_WELL-NESS

Tintura naturale come oasi di benessere e/o come forma di sopravvivenza urbana? La tintura naturale è generosa e ci viene incontro. Qualsiasi sia la tua motivazione a colorare c’è spazio per TE e per le tue ispirazioni nel PERCORSO BENESSERE di “TINGERE CON LA NATURA”

CHE FAI, VIENI ANCHE TU?

Sperimento la tintura naturale da autodidatta già da un poco di tempo, da quando tessendo a telaio, sono diventata più sensibile alle sfumature vive del colore naturale che vedo scorrere nella trama dei tessuti.L’idea di realizzare queste ricette di tintura mi è venuta però solo adesso, dopo un periodo di convalescenza da una severa tendinite che mi impediva di fare qualsiasi cosa. In questo periodo ho letto più del solito, ma non riuscivo più a stare ferma e così, dalla lettura son passata ai fatti.
Da tempo custodivo una piccola raccolta di bucce di cipolla rossa di una cara amica, ma così piccola che aspettavo sempre di farla aumentare di volume per utilizzarla al meglio… mangio poche cipolle e quindi la raccolta non cresceva mai! Insomma, mi sono decisa: “per sperimentare non c’è bisogno di grandi quantità, ma di qualità! E di qualità ne hanno in abbondanza i 20 grammi di bucce di cipolle di Alessandra, raccolte con tanta cura e dedizione appositamente per me…

 

 

E così, dalla necessità di fare qualcosa senza fare niente (per preservare il mio braccio destro da ogni sforzo!), è arrivato il momento giusto per sperimentare la tintura naturale con bucce di cipolla rossa… La mia prerogativa era “Sperimentare stando a guardare” e ce l’ho fatta. Il colore naturale fa tutto da solo e stare a guardare, intervenendo solo occasionalmente e con il minimo sforzo, imprime una dolce sensazione di relax e benessere al corpo e allo spirito… Le cose accadono anche senza il nostro intervento! E tutto questo secondo me aiuta a rilassarci… Davvero! Non ci crederete, ma dalle cipolle al well-ness il passo è proprio breve…

Dopo aver pubblicato il resoconto della mia prima tintura di cipolle su fb ho ricevuto molte domande al riguardo e di conseguenza è venuta l’idea di realizzare delle ricette di tintura naturale da condividereTutto rigorosamente work-in-progress! E soprattutto senza alcuna presunzione, sono un’autodidatta curiosa e pronta ad imparare! Per dare un poco di regolarità a questa esperienza ho pensato di cominciare con un appuntamento ogni quattro settimane. Non più di un colore al mese per darci il tempo di reperire i materiali necessari e per realizzare la prova in totale calma, rilassandoci, con piacere… ricordiamoci che non è solo un per_corso di tintura, ma anche un percorso benessere!

 Il primo mercoledì di ogni mese posterò una ricetta e ci daremo spazio e tempo per provare, commentare, consigliare e scambiare esperienze al riguardo. Ho pensato di dare priorità a ricette facili facili, per incoraggiare anche chi è totalmente digiuno di estrazione del colore e quindi useremo ingredienti semplici da trovare: dagli scarti di cucina, alla frutta, alle foglie, al thè etc… Con questi mezzi riusciremo a produrre una originale gamma di colori naturali!
 
Se ti piacciono natura e colori e ti appassiona fare la maglia o la tessere al telaio come me,  oppure ti piace cucire, avrai l’opportunità di sperimentare il piacere e la soddisfazione di realizzare le tue creazioni con i filati e/o tessuti tinti naturalmente da TE! Oppure, se non hai alcuna manualità, potrai tingere da sola i tuoi vestiti e sperimentare la magia del colore…

E TANTO BENESSERE!


OCCORRENTE PRELIMINARE AL PER_CORSO:

In ogni ricetta eleggeremo un “colorante” diverso e di volta in volta ci aggiorneremo sulla scelta del mese, ma quello che trovi qui sotto è l’occorrente di base per procedere alla tintura, vedrai, non serve poi granché!

  1. PENTOLA DEDICATA ALLA TINTURA DELLA GIUSTA CAPIENZA IN BASE ALLA QUANTITA’ DI MATERIALE DA TINGERE, CONSIDERANDO CHE TESSUTO E/O FILATI DEVONO ESSERE BEN COPERTI D’ACQUA PER DAR MODO DI ASSORBIRE IL COLORE ( consiglio di iniziare con una pentola non troppo grande per fare le prime prove, in modo da non disperdere il colore nel bagno di tintura!)
  2. UN MESTOLO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE ALLA TINTURA
  3. UN COLINO O UNA GARZA DI COTONE PER FILTRARE LA TINTURA
  4. TESSUTO E/O MATASSINE DI FILATO, TUTTI 100% NATURALI: LANA, COTONE, LINO, ETC., DA USARE ANCHE TUTTI INSIEME NELLO STESSO BAGNO PER VERIFICARE LA DIFFERENZA DI ASSORBIMENTO DI COLORE DA UNA FIBRA ALL’ALTRA!
  5. UNA FONTE DI CALORE (io faccio bollire le mie tinture sul fornello di casa o su quello del giardino di mia mamma quando sono in campagna)
  6. BILANCIA per alimenti
  7. CALMA E PAZIENZA (estrarre il colore richiede tempo e non bisogna correre troppo per la curiosità di vedere come va a finire!)
  8. PER MORDENZARE, ovvero per preparare le fibre a trattenere il colore: Si può scegliere tra ALLUME DI ROCCA per mordenzare “convenzionale” con i sali , oppure il LATTE DI SOIA per mordenzare al vegetale ( questo tipo di mordenzatura l’ho sperimentato di recente e credo che continuerò perché da buoni risultati!)

L’allume di rocca, almeno nella mia esperienza non è molto facile da trovare. Andrebbe cercato nelle drogherie ben assortite o nelle farmacie: io ho trovato Enzo Bresci a Prato, che si occupa generalmente di coloranti chimici, ma ha un settore dedicato ai colori naturali, è molto disponibile anche alla spedizione di piccole quantità e da allora mi rivolgo sempre a lui per il mordente. Il latte di soia,, lo trovate pronto e molto diluito al supermercato, oppure lo si può autoprodurre estraendolo dai fagioli di soia, con un risultato molto più concentrato ed economico.

Provvederò presto a spiegare in poche mosse come mordenzare con i sali e con il latte di soia, in modo che possiate arrivare pronte all’appuntamento con la PRIMA RICETTA!  Ho eletto il late di soia a mordente per il nostro percorso benessere TINGERE CON LA NATURA, ma solo per curiosità…Scegliete indifferentemente quello che vi ispira di più o quello che trovate con più facilità: durante il percorso avremo modo di confrontare tra loro i risultati!


SE TI PIACE L’IDEA CI VEDIAMO PRESTO!

Il primo appuntamento è previsto per il 1°FEBBRAIO
SE non vuoi rischiare di perdere gli aggiornamenti su TINGERE CON LA NATURA

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DEDICATA AL PER_CORSO DI TINTURA:

RICEVERAI AGGIORNAMENTI RIGUARDO ALLE PUBBLICAZIONI DELLE MIE RICETTE DI TINTURA E SU TUTTE LE NOVITA’ AL RIGUARDO… STAI PURE TRANQUILLA, NON ABUSERO’ DELLA TUA PAZIENZA INTASANDOTI LA POSTA!

 

 

18 thoughts on “TINGERE CON LA NATURA_WELL-NESS

  1. Iscritta alla newsletter! L’argomento è intrigante e poetico al tempo stesso.
    Mi fai venire voglia di rispolverare il telaio da tavolo che ho sepolto in soffitta 🙂

    1. Cara Viviana ti ringrazio per le tue parole e spero, con il vostro aiuto, di rivelarmi una brava “chef”! 😉 Quanto al telaio… quale momento migliore dell’inizio del nuovo anno per incontrare vecchi amici e raccontare nuove storie? 🙂
      P.S. ricordati di andare a vedere la posta per confermare l’iscrizione alla newsletter! 😉

      1. Sì, forse l’inizio del nuovo anno è il momento migliore 😊 Intanto, come da promessa, le bucce di cipolla si accumulano. Abbi fede, arriveranno 😉

  2. Bellissima questa idea…non vedo l’ora di provare…sicuramente non su una matassa (non sono tessitrice) ma sul della stoffa da poter “buttare” sotto la mia macchina da cucire😉

    1. Grazie Nadia! 🙂 Bravissima, hai colto lo spirito dell’iniziativa: si parte tutte insieme dal colore naturale per seguire ognuna la propria “ispirazione”!

  3. Ciao!ti seguirò con molta curiosità e voglia di imparare!Ti chiedo per favore, se riesci, di specificare la solidità dei colori…oppure se non trovi notizie ti do una mano.(sono piena di libri!!)In questo modo si sottolinea che tutto tinge ma poche sono le piante tintorie….così come tutto profuma ma poche sono le piante aromatiche….

  4. Ciao Barbara, io sono una tessitrice e anche se per adesso magari non avrò tempo di iniziare a tingere, voglio seguirvi e prendere nota di tutto, così quando sarò disposta avrò tutta la informazione e necessaria.
    Buon viaggio in questo percorso!
    Silvana

    1. FANTASTICO!😍 Anche io tesso a telaio e ti assicuro che è una meraviglia tessere i filati tinti al naturale 🍃 Il colore vibra di una luce tutta particolare… Poi c’è un valore aggiunto, quello di averlo autoprodotto! 😊 Grazie Silvana, allora a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *