LA CIPOLLA E I MOLTI STRATI DELL’AMICIZIA

PER L’APPUNTAMENTO CON IL PERCORSO BENESSERE DI TINTURA DI GIUGNO HO PENSATO ALLA BUCCIA DI CIPOLLA: INFATTI OGNI VOLTA MI RISERVA UNA NUOVA SORPRESA! … FORSE SARA’ PERCHE’ NON ESISTE LA CIPOLLA IN ASSOLUTO, MA TANTE CIPOLLE DIVERSE, CON FORME, SAPORI E COLORI TUTTI DIFFERENTI, CHE MI E’ COSI’ SIMPATICA? UN PO’ COME L’AMICIZIA, A SAPER ASCOLTARE, NON SI FINISCE MAI D’IMPARARE SUGLI ALTRI E SU SE STESSI,  E SUGLI INFINITI STRATI DI CUI SIAMO FATTI, COME TANTE CIPOLLE COLORATE!


 PREPARAZIONE: 5 minuti + tempo di posa  COTTURA: 1h c.ca  DIFFICOLTA’: nessuna  COSTO: bassissimo

TINTURA DI CIPOLLA_ INGREDIENTI

PER TINGERE 200 GR DI TESSUTI/FILATI
  • buccia di cipolla, ovvero il velo esterno, quello sottile e croccante che riveste gli svariati strati di cui è formata una cipolla,  circa 100 gr. Questa volta ho utilizzato 95% di buccia di cipolla rossa di varia provenienza e poi ho aggiunto un 5% di buccia di cipolla dorata…
  • acqua 6 litri circa, o comunque la quantità necessaria perché il materiale sia ben immerso
  • 200 gr di tessuti/filati già mordenzati. Poiché in passato ho già utilizzato la mordenzatura con il latte di soia per la tintura con buccia di cipolla, questa volta ho deciso di provare con materiali mordenzati con allume. Come sempre, s e non sai come mordenzare il tuo materiale, leggi QUI, troverai sia il procedimento di mordenzatura con allume di rocca che con latte di soia.

TINTURA DI CIPOLLA_PROCEDIMENTO

PER PREPARARE LA TINTURA  l’aspetto più impegnativo è riuscire a reperire una quantità adeguata di bucce: infatti, quando sbucciate una cipolla per usarla in cucina sappiate che il vostro residuo utile alla tintura non è mai più di  1-2 gr… Davvero! Considerando che raramente se ne usano più di una per la preparazione di una pietanza per uso familiare ci vorrebbe un’infinità di tempo per raggiungere un gruzzoletto utile ad una estrazione di colore minima… 100 cipolle per 100 gr di bucce, incredibile ma vero! Quindi ho ingaggiato la buona intenzione di tutte le amiche che di tintura non ne vogliono sapere se non dai miei racconti e ho aperto un canale di reperimento veloce di bucce: direttamente dalle loro cucine, mentre preparano i loro manicaretti profumati, ognuna di loro conserva per me la propria buccia di cipolla, la mette in un sacchettino e non appena raggiunge un bel volume, me la porta direttamente… in alcuni casi vengono coinvolti i parenti delle amiche ed io indirettamente li ringrazio tutti; inoltre c’è chi per partecipare della mia felicità di tintora, mi ha spedito da lontano un pacchettino postale pieno di bucce… In ognuno di questi casi insieme al sacchettino di bucce mi regalano una bella prova di amicizia e un gran sorriso!

Ed io dico GRAZIE…

Per l’occasione ho utilizzato proprio le bucce di cipolla reperite attraverso il canale di gentilezza condivisa che vi ho appena descritto. Provate, funziona! Ci sono molte persone care che gratuitamente son disponibili a fare cose strane, come conservare le bucce di cipolla, se solo lo si prova a chiedere. Basta un po’ di coraggio… neanche tanto!
Raccolta la quantità di bucce di cipolla necessaria per il vostro progetto di tintura, mettetelo in pentola, sommergete tutto il contenuto con l’acqua e mettete sul fornello. La buccia di cipolla è leggera leggera e voluminosa: per 100 gr di buccia ho utilizzato una pentola da 8 litri e l’ho quasi riempita! Lasciate sobbollire per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto… Tranquille, l’odore della buccia di cipolla non è così tremendo, basta mettere il coperchio e accendere l’aspiratore: come quando si cucina, forse anche meno! Poi come al solito, lasciate freddare tutto il contenuto della pentola, anche per l’intera notte. Al mattino troverete un impiastro rosso scuro che attende di essere colato per estrarre il vostro bagno di tintura…
 Come sempre immergete i tessuti/filati mordenzati, preventivamente bagnati, nel bagno di colore e lasciate sobbollire per circa 1 ora.

UN COLORE CHE ESIGE TEMPO E PAZIENZA PER ESSERE MESSO INSIEME, MA UNA VOLTA TROVATO NON FINISCE MAI DI STUPIRE, SEMPRE DISPONIBILE E RICCO DI EMOZIONI, COME L’AMICIZIA!

 Si lascia freddare tutto in pentola, per una o anche più notti… Si sciacqua tutto in acqua e si aggiunge un po’ di aceto per ammorbidire e rendere più lucente il filato e il gioco è fatto: l’acqua di tintura rosso-scuro ci regala un bel risultato tutto colorato!

UNA CASCATA DI VERDI SI DEPOSITA NELLE MIE MATASSINE E NEL TOP DI LANA… ED IO SONO ORGOGLIOSA CHE TANTE CIPOLLE DIFFERENTI, PROVENIENTI DA TANTI LUOGHI DIVERSI SI SIANO INCONTRATE QUI… 

NEL MIO BAGNO DI COLORE!

Ecco l’elenco in ordine sparso delle partecipanti alla raccolta: Alessandra, Viviana, Irene e suo padre, Cristiane e suo marito, Nadia, Elena, Anna e Laura… ho dimenticato qualcuno?

GRAZIE A TUTTE VOI!!!

 

TI E’ PIACIUTO IL NOSTRO  BAGNO DI COLORE DELL’AMICIZIA?

E ricorda che sarà un bellissimo colore, unico e irripetibile

NON  RESTA CHE SCEGLIERE:

DI CHE COLORE è IL TUO Ben_ESSERE?

 

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SULLE PROSSIME RICETTE DI TINTURA NATURALE DEL percorso ben_ESSERE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

L’APPUNTAMENTO E’ IL PRIMO MERCOLEDI’ DI OGNI MESE

TI ASPETTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *